Rapporti di gestione.

Esercizio 2020 caratterizzato dalla crisi da coronavirus.

Dopo un risultato in pareggio nel 2019, l’esercizio 2020 di FFS Cargo è stato chiaramente segnato dagli effetti della crisi legata al coronavirus. La netta diminuzione dei volumi di traffico e le conseguenti flessioni dei ricavi sono state compensate solo in parte con il contenimento delle spese. Nonostante i CHF 19 mio concessi dalla Confederazione per contrastare gli effetti della pandemia, l’esercizio 2020 si è concluso con una perdita di CHF 34,7 mio.

La prestazione di trasporto ha subito un calo dell’11,9% rispetto al 2019. I settori della chimica (–26,7%), della siderurgia (–15,0%) e degli oli minerali (–6,7%), come il traffico di transito con DB Cargo (–19,1%) hanno subito le perdite maggiori. Anche gli altri settori hanno risentito sensibilmente delle conseguenze della pandemia, con l’unica eccezione del commercio al dettaglio (+0,8%) e dei servizi postali (+0,2%).

Se i costi di produzione hanno potuto essere complessivamente ridotti del 5,1% rispetto al 2019, il numero dei carri trasportati è calato del 9,3% a causa della pandemia, ossia quasi il doppio. Inoltre, la rigida rete di trasporto a carri completi legata all’orario non è concepita per reagire a breve termine a fluttuazioni estreme delle quantità.

All'archivio, con rapporti di gestione precedenti